Il secondo post della serie “Hike&Food”, è dedicato al principe dei formaggi erborinati: il Castelmagno D.O.P.

Sala di affinamento del Castelmagno

Il riferimento è al Guidebook dell’escursione da S. Magno al Monte Tibert contenuta nel sito.

Alcuni piccoli centri in provincia di Cuneo (Castelmagno, Monterosso Grana e Pradleves) sono il centro della sua produzione e del recupero di una tradizione millenaria. A garantire la qualità del formaggio e il rispetto dei criteri e della zona di produzione ci pensa il Consorzio di Tutela del Castelmagno D.O.P (http://www.consorziocastelmagnodop.it)

Il Castelmagno D.O.P. è prodotto con latte vaccino che deve essere di alcune precise razze bovine. Il suo tempo di stagionatura dura almeno 60 giorni. Presenta una pasta dura semi-friabile, si può gustare così com’è, come antipasto o come secondo piatto, magari con un po’ di miele, oppure in molti piatti tipici della tradizione cuneese. Tra questi, gli gnocchi di patate con crema di Castelmagno. 

Io per comodità, dal momento che ho una casetta nella frazione Chiotti di Castelmagno, lo compro presso l’Azienda Agricola Arneodo Marco (Tel e Fax 0171 986234).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.