Magari il titolo vi avrà strappato un sorriso. Ma cosa dici, le mucche?

Le incontriamo molto spesso nelle nostre escursioni (o allenamenti) in montagna: a volte i sentieri attraversano proprio il loro pascolo.

Nella mappatura della Tappa n° 27 dell’Alta Via dei Monti Liguri, mi è capitato proprio così e per questo oggi voglio approfondire questo argomento.

Sì, le mucche sono placidi ruminanti. Ma qualche volta si possono trasformare in bestie aggressive e pericolose. Eh sì, anche le mucche nel loro piccolo s’incazzano (non solo le formiche, evidentemente).

Penso che in generale non esistano animali pericolosi: nei miei giri in montagna, non ho mai avuto nessun problema con gli animali in cui mi sono imbattuto, tanto selvatici quanto domestici.

Iniziamo a sfatare un paio di credenze popolari del tutto prive di fondamento scientifico.

Anzitutto NON È VERO che i bovini vedono il colore rosso. Ciò perché il numero di coni (i recettori posti sulla retina) sensibili a questo colore è insignificante: se un toro o una mucca ha di fronte a sé una persona vestita di rosso, in realtà vedendo in bianco e nero, percepisce un “essere” di colore grigio.

Ancora, NON È VERO che le mucche (e i bovini in generale) ci vedano più grandi di quanto in realtà siamo. I bovini non hanno una gran vista e sono molto miopi, ma vedono gli oggetti assolutamente della grandezza giusta.

E adesso provo a dare qualche consiglio, sulla base della mia esperienza:

  • non abbandonate i sentieri tracciati;
  • se il sentiero attraversa il pascolo, mantenete una distanza di sicurezza di 20-50 metri dalle mucche al pascolo, in particolare se vi accorgete della presenza di vitellini;
  • in presenza di vitellini, tenete il cane al guinzaglio (la presenza di Fido rischia di innervosire la mucca che lo vede come una potenziale minaccia) ed evitate di cercare di avvicinarli o accarezzarli: il risultato sarebbe solo quello di scatenare l’istinto di protezione della mucca.
  • se le mucche occupano il sentiero, non spaventate gli animali con schiamazzi o agitando rapidamente bastoni o le braccia: sicuramente, al nostro avvicinarsi si sposteranno loro;

Detto questo, a me non è mai capitato di osservare un comportamento aggressivo da parte delle mucche: di solito si avvicinano a testa alta incuriosite e normalmente si fermano ben prima di raggiungermi. Perciò non saprei cosa suggerirvi in caso di carica.

Concludendo: un pascolo alpino non è uno zoo, e le mucche vanno trattate con riguardo e non provocate, soprattutto se circondate dai loro vitellini.

E voi che esperienza avete avuto?

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.